Perché comprare un astroinseguitore, e perché non sempre serve.

Astroinseguitore si o astroinseguitore no?Diciamo che la risposta è “dipende”.

Innanzitutto, a che serve?Mettiamola così, se avete già provato a fare astrofotografia saprete sicuramente che avrete dei limiti da porvi sui tempi di scatto.

Limiti che sono legati alla lunghezza focale ed al moto terrestre, lo scopo è avere le stelle ferme, allungare i tempi comprometterebbe la qualità della nostra foto.

Con le macchine attuali e a focali corte i tempi di scatto permettono di avere abbastanza segnale da poterci evitare l’utilizzo di un astroinseguitore, ma anche qui, astroinseguire consente di fare scatti con tempi più lunghi, ne guadagniamo in qualità, segnale e ci consente di abbassare gli Iso.

Insomma: un sacco di pro.È anche vero che se decidiamo di inseguire un corpo celeste o magari una porzione di cielo (qualcuno ha detto via lattea?) Il paesaggio sottostante inevitabilmente sarà mosso, il che comporterà del lavoro ulteriore in Photoshop per sistemare il primo piano.

Eppur si muove diceva qualcuno, e continua ad essere così.

Veniamo a noi:Il mio astroinseguitore è questo.

CARATTERISTICHE

Tipologia Astroinseguitore

Cannocchiale Polare Incluso

Velocità Inseguimento Siderale, Lunare e Solare o personalizzata tramite APP

Alimentazione 4 pile AA (non incluse) o via USB

Peso 1.2 Kg (solo corpo centrale)

Innesto Treppiede Mediante vite passo fotografico 1/4″

Autoguida Porta ST4 (solo AR)Connessione Wi-Fi tramite app SA Console.

Ma andiamo a metterci le mani sopra:

Innanzitutto mai come in questo caso avremo bisogno di un cavalletto stabile e pesante perché faremo pose lunghe e non vogliamo che il vento si immischi rovinando tutto il ben fatto.Una volta avvitato l’astroinseguitore al cavalletto, dobbiamo allinearlo alla polare, si può fare in molti modi ma francamente il mio metodo (sicuramente non il migliore ma ad oggi il più veloce che ho trovato) è quello di utilizzare un laser.

Quindi: laser e si va a puntare la polare.Come si trova la polare?

Questa è un’ottima guida, nel caso usate una app o anche la bussola.

Una volta allineata la polare montate la vostra macchina fotografica.Fate degli scatti di prova con astroinseguitore acceso e accertatevi che le stelle non abbiano strisciate o mancanza di fuoco, una volta che il vostro setup è calibrato potrete partite con la vostra sessione fotografica.Vi si aprirà un mondo: immaginate uno scatto a 200 iso quale lavorabilità avrà in post-produzione!

Qualche scatto:

Chiudi il menu